fbpx

Viaggio Apostolico di Papa Francesco in Bulgaria e nella Macedonia del Nord – Visita in privato al Centro Profughi “Vrazhdebna”

Acquista Online su SorgenteNatura.it

Visita in privato al Centro Profughi “Vrazhdebna”

Parole del Santo Padre

Traduzione in lingua francese

Traduzione in lingua inglese

Traduzione in lingua tedesca

Traduzione in lingua spagnola

Traduzione in lingua portoghese

Questa mattina, lasciata la Nunziatura Apostolica, il Santo Padre Francesco si è trasferito in auto al Centro Profughi “Vrazhdebna” nella periferia di Sofia.

Al Suo arrivo, alle ore 8.25 (7.25 ora di Roma), il Papa è stato accolto dal Direttore del Centro e dal Direttore della Caritas all’ingresso principale della struttura. Quindi si è recato nel refettorio dove si trovavano riunite circa 50 persone tra genitori e bambini. I bambini presenti nel Centro provengono da Siria ed Iraq.

Dopo il breve saluto di una volontaria, il canto eseguito dai bambini e il dono dei disegni dei piccoli al Papa, il Santo Padre ha salutato le famiglie accolte nel Centro e rivolto loro alcune parole. Quindi ha impartito la sua benedizione e si è congedato, trasferendosi in auto all’Aeroporto Internazionale di Sofia per partire alla volta di Plovdiv.

Pubblichiamo di seguito le parole che il Papa ha pronunciato nel corso dell’incontro al Centro Profughi “Vrazhdebna”:

Parole del Santo Padre

Grazie tante per la vostra accoglienza. Grazie ai bambini, per il loro canto tanto bello. Loro portano gioia nel vostro cammino. Il vostro cammino è non sempre bello, e poi c’è il dolore di lasciare la patria e cercare di inserirsi in un’altra patria… C’è sempre la speranza… Oggi il mondo dei migranti e rifugiati è un po’ una croce, una croce dell’umanità, è la croce che tanta gente soffre… Io ringrazio voi, la vostra buona volontà, e auguro il meglio a voi e a vostri concittadini che avete lasciato nella vostra patria. Che Dio vi benedica e pregate per me.

[00786-IT.01] [Testo originale: Italiano]

Traduzione in lingua francese

Merci beaucoup pour votre accueil. Merci aux enfants, pour leur chant si beau. Ils apportent la joie sur votre chemin. Votre chemin n’est pas toujours beau… Et puis, il y a la souffrance de quitter votre patrie et de chercher à vous insérer dans une autre patrie… Il y a toujours l’espérance…Aujourd’hui le monde des migrants et des réfugiés est un peu une croix, une croix de l’humanité, et la croix, ce sont tant de personnes qui souffrent… Je vous remercie, pour votre bonne volonté et je vous souhaite le meilleur à vous et à vos concitoyens que vous avez laissés dans votre patrie. Que Dieu vous bénisse et priez pour moi.

[00786-FR.01] [Texte original: Italien]

Traduzione in lingua inglese

……..

[00786-EN.01] [Original text: Italian]

Traduzione in lingua tedesca

……..

[00786-DE.01] [Originalsprache: Italienisch]

Traduzione in lingua spagnola

……..

[00786-ES.01] [Texto original: Italiano]

Traduzione in lingua portoghese

Muito obrigado pela vossa receção. Obrigado, às crianças, pelo seu cântico muito lindo. Elas alegram o vosso caminho. Nem sempre é lindo o vosso caminho; para além do mais, há a tristeza de deixar a própria pátria e o esforço de se integrar noutra. Mas a esperança permanece. Hoje o mundo dos migrantes e refugiados é de certo modo uma cruz: uma cruz da humanidade, a cruz que tantas pessoas sofrem. Agradeço a vossa boa vontade e desejo o melhor para vós e os compatriotas que deixastes na vossa pátria. Que Deus vos abençoe! Rezai por mim.

[00786-PO.01] [Texto original: Italiano]

Traduzione in lingua polacca

Bardzo dziękuję za wasze przyjęcie. Dziękuję dzieciom za ich tak piękny śpiew. Oni wnoszą radość w waszą drogę. Wasza droga nie zawsze jest piękna, i później jest także cierpienie z powodu opuszczenia ojczyzny i starania się o wdrożenia się w życie innej ojczyzny… zawsze jest nadzieja… dzisiaj…. Dzisiaj świat imigrantów i uchodźców jest poniekąd krzyżem, krzyżem ludzkości, jest krzyżem, że wielu ludzi cierpi… Dziękuję wam, za waszą dobrą wolę i życzę tego, co najlepsze wam i waszym współobywatelom, których pozostawiliście w waszej ojczyźnie. Niech Bóg was błogosławi i módlcie się za mnie.

[00786-PL.00] [Testo originale: Italiano]

[B0375-XX.02]

from Bollettino Sala Stampa della Santa Sede http://bit.ly/2JiW4Zr

Iscriviti Gratis!

Ricevi le notizie importanti via email

Sono consapevole che le email sono gestite con MailChimp ( more information )

La tua privacy è importante: non diffonderemo mai il tuo indirizzo email. In ogni momento potrai annullare l'iscrizione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.